ICONE E RELIGIONE > Erwin Panofsky, La storia della teoria delle proporzioni del corpo umano come riflesso della storia degli stili, 1921

 

Nato da un’agiata famiglia ebraica di Hannover, Erwin Panofsky (1892-1968) compì gli studi a Berlino e Friburgo. Fu professore di storia dell’arte all’Università di Amburgo fino all’avvento del nazismo, quando si trasferì negli Stati Uniti, prima a New York e poi a Princeton. È considerato uno fra i maggiori studiosi di iconologia – che definì come «quel ramo della storia dell’arte che si occupa del soggetto o significato delle opere d’arte contrapposto a quelli che sono i loro valori formali» – e affermò il carattere necessariamente “significativo delle forme artistiche e il loro legame con tutti i fatti culturali e i contenuti spirituali di un’epoca. Tra le sue opere principali sono da ricordare La prospettiva come “forma simbolica” (1927), Studi di iconologia (1939) e Il significato nelle arti visive (1955) da cui è tratto il corto brano, ma con lunghe note, qui proposto.

 

Panofsky (500kB)

 

 

 

 

webmasterwww.larici.it - info@larici.it