ICONE E RELIGIONE > Inno Acatisto al Santo e Vivificante Spirito Santo

 

Discesa dello Spirito Santo sugli apostoli, Grecia 1790-1840

L’inno Acatisto dedicato allo Spirito Santo è uno dei tanti poemi della Chiesa ortodossa in onore di Gesù Cristo, della Trinità, della Madre di Dio (che per ogni sua festa specifica ne ha uno), dell’arcangelo Michele, degli angeli, dei santi… Nel cantarlo i fedeli devono stare in piedi (in greco akathistos significa “non seduto”), perciò questo inno è in realtà considerato un contacio (gli inni si cantano seduti). Esso consta di 24 stanze o strofe – dodici brevi, dette contaci, e dodici lunghe, dette ikos, che ne sviluppano il tema – e si conclude con un altro contacio e/o una preghiera finale.
L’inno allo Spirito Santo celebra, assieme a quello dedicato alla Trinità, la Pentecoste, ossia la Discesa dello Spirito Santo avvenuta cinquanta giorni dopo Pasqua, che è una festa molto importante perché racchiude in sé le profezie dell’Antico Testamento, le promesse del Nuovo Testamento e il compimento dell’opera di Cristo (At 2,22-33).
I versi non sono antichi: sono attribuiti a san Tichon, patriarca di tutte le Russie dal 1917 al 1925.
Si ricorda che lo Spirito Santo, terza persona della SS. Trinità, fu uno dei nodi che causò lo scisma tra cristiani nel 1054: per il cattolicesimo lo Spirito procede dal Padre e dal Figlio come da un solo principio, mentre l'ortodossia nega tale processione ritenendolo procedere solo dal Padre, cioè considera lo Spirito Santo non solo un dono ma anche un donatore
.

 

1 (contacio 1)
Venite fedeli celebrare la discesa dello Spirito Santo, che è disceso dal padre sugli apostoli, copriva la terra come le acque della provvidenza divina e la grazia vivificante dell'adozione divina, dà gloria a fino a coloro che vengono unicamente per lui, e santifica e divinizza coloro che gridano: Vieni, Consolatore, lo Spirito Santo, e dimora in noi!

2 (ikos 1)
I cori luminosi degli Angeli cantano incessantemente nel cielo la gloria dello Spirito Santo fonte della vita e della luce immateriale. Anche noi Ti glorifichiamo con loro, Spirito di bontà per tutti i tuoi benefici manifesti o nascosti, e umilmente noi Ti supplichiamo di coprirci con la tua ombra beata:
Vieni, luce vera e gioia dell’anima.
Vieni, nube apportatrice di rugiada e indicibile beltà.
Vieni ad accettare la nostra lode come incenso profumato.
Vieni, spirito di verità, che il mondo non può ricevere.
Vieni a farci gustare la felicità della tua effusione.
Vieni a rallegrarci con l’abbondanza dei tuoi doni.
Vieni, sole eterno e senza tramonto a stabilire la Tua dimora in noi.
Spirito Santo, Consolatore, vieni e dimora in noi.

3 (contacio 2)
Sotto l’apparenza di lingue di fuoco, nella luce e nel soffio possente, lo Spirito Santo è disceso sugli apostoli, portando una gioia. Allora gli antichi pescatori, avvolti dalla sua fiamma, chiamarono il mondo intero nella Chiesa del Cristo, sopportando nella gioia traversie sulla terra e sul mare, sfidando senza timore la morte violenta. E per tutta la terra si è diffuso il messaggio del loro inno di lode divina: Alleluja!

4 (ikos 2)
Coppa che riversa fuoco e rugiada sugli apostoli nella camera alta di Sion, noi Ti cantiamo, noi Ti benediciamo, Dio Santo Spirito! Riversa anche su di noi la coppa della tua saggezza:
Vieni, santificatore e protettore della Chiesa.
Vieni a dare ai tuoi fedeli un solo cuore in una sola anima.
Vieni ad abbracciare la nostra pietà sterile e glaciale.
Vieni a dissipare le tenebre dell’ateismo e dell’empietà che si vanno diffondendo sulla terra.
Vieni a condurre il mondo sulla via della vita retta.
Vieni a istruirci sulla verità tutta intera.
Vieni, saggezza inaccessibile e salvaci per le vie che Tu conosci:
Spirito Santo Consolatore, vieni e dimora in noi!

5 (contacio 3)
O profondità immensa del mistero! Dio Spirito inaccessibile, Creatore dell’universo col Padre e il Verbo, Tu hai fatto la bellezza degli ordini celesti e angelici; nello splendore della tua gloria tu hai chiamato all’esistenza il corteo degli astri incandescenti; coniugando in una meravigliosa unità la carne e lo spirito, Tu hai creato il genere umano. Ecco perché tutto ciò che respira t’innalza questa lode: Alleluja!

6 (ikos 3)
Per la potenza infinita del vento che si librava sulle acque in cerchi meravigliosi, Tu Spirito Eterno, hai donato la vita a tutti e a tutto. Uscita dal Tuo soffio vivificante, la bellezza indicibile della primitiva creazione è sorta dall’abisso senza fondo. Così Ti diciamo:
Vieni a noi, o sapientissimo fattore del mondo.
Vieni, Tu che sei grande nel piccolo fiore come nella stella del cielo.
Vieni, indicibile diversità ed eterna beltà.
Vieni, rischiara l’oscuro caos della mia anima.
Vieni a trasfigurare la mia povera esistenza con la tua forza creatrice.
Vieni, insegnami a fare la Tua volontà.
Vieni, a far di noi una nuova creazione nel Cristo.
Spirito Santo Consolatore, vieni e dimora in noi!

7 (contacio 4)
Inafferrabile Spirito di ogni bontà! Tu hai rivestito la purissima Vergine Maria dell’accecante e inaccessibile splendore della Tua Divinità, rendendola la Madre di Dio il Verbo, la Regina degli Angeli, la salvezza degli uomini. Tu riempi i Profeti e gli Apostoli di una forza soprannaturale. Tu ferisci i loro cuori con la bellezza celeste, infondendo ai loro discorsi una bruciante passione che cattura gli uomini a Dio. Tu converti gli ultimi dei peccatori, che riempiti d’ardore e d’entusiasmo cantano: Alleluja!

8 (ikos 4)
Per il Santo Spirito ogni anima vive, e all’ultima ora del nostro secolo che sarà la prima del secolo venturo tutte le creature si leveranno per la Sua potenza per entrare nella resurrezione. Consolatore pieno di bontà, rialzaci allora dalle nostre tombe, non per essere condannati ma per rallegrarci con tutti i Santi, i nostri parenti e i nostri genitori.
Vieni a liberarci dalla morte spirituale.
Vieni all’ora della nostra morte a saziarci con il Corpo e il Sangue del Cristo Salvatore.
Vieni ad accordarci una dolce morte con una pura coscienza.
Vieni a rendere luminoso il nostro risveglio dalla morte.
Vieni a renderci degni di contemplare nella gioia l’alba dell’eternità.
Vieni a far di noi dei figli dell’incorruttibilità.
Vieni a illuminare come un sole i nostri corpi divenuti immortali.
Spirito Santo, Consolatore, vieni e dimora in noi!

9 (contacio 5)
Avendo inteso la Tua voce dire a noi: “Colui che ha sete, venga a me e beva!” noi Ti supplichiamo, Figlio di Dio, estingui la nostra sete di vita spirituale, donaci l’acqua viva del Tuo Santo Spirito, consustanziale, riversa su di noi i flussi della grazia, affinché giammai dissetati, gridiamo con amore: Alleluja!

10 (ikos 5)
Spirito eterno e generoso, incorruttibile e increato, protezione dei giusti e purificazione dei peccatori, liberaci da ogni atto impuro perché non si estingua in noi la luce della Tua grazia cantando a Te:
Vieni, o Buono, a donarci la compunzione e il flusso delle lacrime.
Vieni a insegnarci l’adorazione del Padre in Spirito e verità.
Vieni, sublime verità, a togliere i dubbi del nostro debole intelletto.
Vieni, tesoro di beni, a donarci il tesoro della povertà in spirito.
Vieni, Datore di vita, a ridare freschezza alla tua creatura spossata.
Vieni, luce eterna, a dissipare i fantasmi e i terrori.
Vieni, gioia senza fine, perché siano obliate le pene passeggere.
Spirito Santo, Consolatore, vieni e dimora in noi!

11 (contacio 6)
Esulta, figlia della luce, Sion nostra santa madre! Adornati, fidanzata incomparabile, o Chiesa Universale del Cristo risplendente di luce, simile al cielo! Su di te riposa lo Spirito Santo, che cura le infermità colma le mancanze, dona la vita ai morti e conduce alla vita eterna tutti coloro che esclamano degnamente e giustamente: Alleluja!

12 (ikos 6)
“In questo mondo sarete in difficoltà!” ha detto il Signore. Allora dove troveremo noi il conforto, chi ci consolerà? Spirito Santo, sei Tu, che addolcirà le nostre pene! Intercedi per noi con gemiti ineffabili e rendi leggeri i cuori di coloro che Ti pregano:
Vieni, dolce freschezza di coloro che penano sotto il peso dei fardelli.
Vieni, interlocutore dei prigionieri e appoggio dei perseguitati.
Vieni a sostenere i deboli e gli abbandonati.
Vieni, abbi pietà delle vittime della miseria e della fame.
Vieni a curare le passioni della nostra anima e del nostro corpo.
Vieni a visitare gli assetati della Tua chiarezza,
Vieni a dar senso alle nostre prove con la speranza della gioia eterna.
Spirito Santo Consolatore, vieni e dimora in noi!

13 (contacio 7)
“Colui che bestemmierà contro lo Spirito Santo non sarà perdonato né in questo mondo né nel mondo futuro” dice il Signore. Ascoltando questa terribile dichiarazione, temiamo di essere condannati con coloro che sono in rivolta contro Te e contro Dio. Non permettere, Spirito Santo, che i nostri cuori accettino le parole maligne, allontana dallo scisma, dalle eresie, dall’ateismo tutti gli erranti e rendili degni di cantare in seno alla Chiesa dei primogeniti nei secoli dei secoli: Alleluja!

14 (ikos 7)
Quando lo Spirito Santo si allontanò da Saul, terrore e scoraggiamento si impadronirono di lui ed egli cadde nella disperazione. Così pure nei momenti di scoraggiamento e di durezza, io sento quanto sono lontano dalla Tua luce. Aiutami a chiamarti senza timore, per il conforto della mia anima, affinché Tu rischiari la mia pusillanimità.
Vieni, dunque, non cacciarmi per i miei mormorii e la mia impazienza.
Vieni, abbatti le macchinazioni degli spiriti tenebrosi, che cercano di turbarmi e di piegarmi.
Vieni, calma la tempesta perfida dell’angoscia e dell’irritazione.
Vieni, calma coloro che le contrarietà dell’esistenza hanno amareggiato.
Vieni, addolcisci i nostri cuori nel giorno della rabbia e della collera.
Vieni, conforta coloro che sono piegati sotto il peso della croce.
Vieni, metti in noi lo spirito della contrizione, affinché con pazienza salviamo le nostre anime.
Spirito Santo Consolatore, vieni e dimora in noi!

15 (contacio 8)
Salvaci, Padre celeste! Spiritualmente noi siamo poveri e malati, ciechi e nudi. Dona a noi il Tuo oro che il fuoco ha purificato, copri la vergogna della nostra nudità con una veste bianca, guarisci i nostri occhi ungendoli col Tuo balsamo. Che la grazia dello Spirito Santo vivificante scenda nei vasi impuri delle nostre anime e ci rigeneri per cantare: Alleluja!

16 (ikos 8)
Come la torre di Babele, così crollerà la prosperità della terra. Meschini tutti i propositi degli uomini! Buon per me che Tu mi hai umiliato, perché nei miei peccati e nelle mie cadute, Tu mi hai rivelato la mia debolezza e la mia nullità. Senza di Te non possiamo far nulla, è per la Tua grazia che speriamo di essere salvati.
Vieni, dunque, Tu il solo che costruisci la vita con saggezza.
Vieni a mostrarci le vie insondabili che sono le tue.
Vieni come una lampada a illuminare la fine della nostra vita.
Vieni, benedici ciascuna delle nostre imprese virtuose.
Vieni a portare il tuo aiuto alle nostre buone azioni.
Vieni a illuminare il nostro spirito nell’ora del dubbio.
Vieni ad accordarci lo spirito del pentimento, per allontanare le tribolazioni che minacciano il mondo.
Spirito Santo Consolatore, vieni e dimora in noi!

17 (contacio 9)
“Dio ha tanto amato il mondo, da inviare il Suo Figlio Unigenito!”: Egli si è incarnato per opera dello Spirito Santo e dalla Vergine Maria, ha esteso sulla Croce le sue mani che avevano creato il mondo, e col suo Sangue ha riscattato il cosmo intero dal peccato e dalla morte. È perciò che tutta la creazione, nell’attesa della libertà gloriosa dei figli di Dio, canta al Padre che l’ha amata, al Figlio che l’ha salvata e allo Spirito che la santifica: Alleluja!

18 (ikos 9)
Lo Spirito Santo che è disceso sul Cristo sotto forma di colomba al Giordano è disceso su di me al fonte battesimale. Ma le tenebre delle mie trasgressioni hanno oscurato la mia bellezza. E perciò, come un viaggiatore smarritosi di notte nella foresta attende l’alba, io stesso attendo da Te un raggio di luce, o Buono, per non perire totalmente.
Vieni verso colui che ha ricevuto il sigillo temibile del Tuo Nome.
Vieni, alleggerisci la mia coscienza tormentata dalla fiamma spietata.
Vieni a rinnovare la mia vita e a liberarmi dalla schiavitù del peccato.
Vieni a dissipare in me le visioni tenebrose.
Vieni a insegnarmi la compassione verso le sventure degli altri.
Vieni, aiutami ad amare ogni tua creatura.
Vieni a rendermi la gioia della Tua salvezza.
Spirito Santo Consolatore, vieni e dimora in noi!

19 (contacio 10)
È lo Spirito Santo che fa nascere alla vita eterna, lo Spirito Santo che ispira i martiri, ordina i preti, incorona i giusti, consacra il pane e il vino nel Corpo e nel Sangue di Dio! Accordaci la corona dei Tuoi doni: l’amore infinito che perdona tutto, che soffre per i nemici e che vuole che tutti siano salvati. Allora, nella Tua luce, divenuti figli della luce, noi canteremo: Alleluja!

20 (ikos 10)
Chi ci separerà dall’amore di Dio? La miseria, l’angoscia, la fame, la nudità, il pericolo o la spada? Anche se noi fossimo privati di tutto sulla terra, noi avremmo nel cielo un’eredità che non tramonta. Donaci dunque, Signore, di amarti non solo a parole o con le labbra, ma anche per un vero lavoro e lo sforzo della nostra intera vita.
Vieni, Spirito onnipotente, aumenta in noi la fede che trionfa su tutto.
Vieni, donaci l’audacia nella preghiera.
Vieni a riscaldare i nostri cuori e a impedire alle rivolte senza numero di raffreddare il nostro amore.
Vieni a trattenerci dal cadere, nei giorni della persecuzione e della derisione.
Vieni, preservaci dalle grandi tentazioni e dalle occasioni di caduta.
Vieni, dona la vita ai nostri cuori con la rugiada della Tua grazia.
Vieni, guariscici, santificaci, risvegliaci e fortificaci.
Spirito Santo Consolatore, vieni e dimora in noi!

21 (contacio 11)
Ciò che il Profeta annunziò un tempo da parte del Signore si è compiuto: “negli ultimi giorni, io effonderò il mio Spirito su ogni carne e i vostri figli e le vostre figlie profetizzeranno, e i vostri giovani avranno delle visioni, e i vostri vecchi avranno dei sogni”. Spirito tanto desiderato, donaci, della tua consolazione, almeno una briciola che cade dal festino dei tuoi figli, per noi che cantiamo con amore: Alleluja!

22 (ikos 11)
Anche se, come il bagliore di un lampo, Tu non brilli nel segreto del cuore che per un breve istante, il flusso luminoso della Tua rivelazione rimane indimenticabile. È esso che trasfigura la nostra fragile natura in modo divinamente meraviglioso. Rendici degni, Consolatore pieno di bontà, di acquisirti fin dal tempo della nostra vita terrena e di cantarti:
Vieni, lampo che dona la luce dell’eternità.
Vieni, avvolgici del Tuo splendore senza declino.
Vieni, Acqua viva, a raffreddare le brucianti passioni.
Vieni, perché lontano da te non c’è felicità né riposo.
Vieni, perché con Te, il regno dei Cieli è dappertutto.
Vieni a sigillare nella nostra anima la Tua grazia, simile a un sole!
Spirito Santo Consolatore, vieni e dimora in noi!

23 (contacio 12)
Fiume inesauribile della grazia, Spirito Santo, Tu che rimetti i peccati, ricevi la nostra preghiera per il mondo, per i credenti e gli increduli, come per i figli della rivolta: e conducili tutti nel regno eterno della Santa Trinità. Che sia vinto da Te l’ultimo nemico, la morte, e che il mondo, rinascendo attraverso il fuoco purificatore, canti il cantico nuovo dell’immortalità: Alleluja!

24 (ikos 12)
In spirito contemplo la città di Dio, la Gerusalemme celeste, trionfante e rilucente come una fidanzata, più brillante del sole, là dove non vi è più né dolore, né tristezza, né gemito. Ascolto la gioia dei giusti al banchetto del Signore e la voce degli Angeli. Vedo il Signore della luce in mezzo agli eletti. Re celeste, Spirito Santo, per la grazia dei tuoi sette doni rendici degni, noi che ti cantiamo, di partecipare alla gioia eterna in Dio:
Vieni, pieno di bontà, a risvegliare in noi la sete della vita futura.
Vieni a ravvivare nelle nostre anime la speranza della vita nel secolo della verità.
Vieni a rivelarci la bontà del secolo futuro.
Vieni a donarci la veste della purezza, bianca come la neve.
Vieni a riempirci dello splendore della divinità.
Vieni a condurci alle nozze dell’Agnello.
Vieni e rendici degni di regnare nella Tua eterna gloria.
Spirito Santo Consolatore, vieni e dimora in noi!

25 (contacio 13)
O fonte luminosa dell’Amore che salva, Spirito datore di vita! Nel soffio della Tua venuta abbraccia il genere umano che è stato reso di ghiaccio per le sue iniquità. Per la potenza delle tue vie insondabili, accelera la rovina del male e manifesta il trionfo eterno della verità di Dio. Che Dio sia tutto in tutti, che ogni creatura in cielo, sulla terra e sotto terra, proclami: Alleluja, Alleluja, Alleluja!

Questo contacio si canta tre volte e si ripetono:

2 (ikos 1)
I cori luminosi degli Angeli cantano incessantemente nel cielo la gloria dello Spirito Santo fonte della vita e della luce immateriale. Anche noi Ti glorifichiamo con loro, Spirito di bontà per tutti i tuoi benefici manifesti o nascosti, e umilmente noi Ti supplichiamo di coprirci con la tua ombra beata:
Vieni, luce vera e gioia dell’anima.
Vieni, nube apportatrice di rugiada e indicibile beltà.
Vieni ad accettare la nostra lode come incenso profumato.
Vieni, spirito di verità, che il mondo non può ricevere.
Vieni a farci gustare la felicità della tua effusione.
Vieni a rallegrarci con l’abbondanza dei tuoi doni.
Vieni, sole eterno e senza tramonto a stabilire la Tua dimora in noi.
Spirito Santo, Consolatore, vieni e dimora in noi.

1 (contacio 1)
Venite fedeli a celebrare la discesa dello Spirito Santo. Dal seno paterno si è riversato sugli Apostoli, ha coperto tutta la terra della conoscenza di Dio, ha reso degni della grazia vivificante dell’adozione e della gloria celeste, coloro che accorrono verso di lui con un cuore puro perché Egli santifica e rende divini coloro che gridano:
Spirito Santo consolatore, vieni e dimora in noi!

Preghiera allo Spirito Santo
Spirito Santo che copri l’Universo e doni la vita al mondo, allontanati dagli uomini perversi. Te ne supplico dunque con umiltà, non Ti offendere per l’impurità della mia anima, vieni ad abitare in me e purificami da ogni sozzura del peccato: Fa’ che col Tuo aiuto possa passare il resto della mia vita nella virtù e nel pentimento, per glorificarTi insieme col Padre e il Figlio nei secoli dei secoli. Amen.

 

 

 

 

webmasterwww.larici.it - info@larici.it