STORIA E MITOLOGIA > Giovan Battista RamusioLa descrizione della Sarmazia europea del magnifico cavalliere Alessandro Guagnino veronese, tradotta dalla lingua latina nel volgare italiano dal reverendo messer Bartolomeo Dionigi da Fano, 1578

 

Di Alessandro Guagnino (o Guagnini), patrizio e mercante di Verona, si sa che si stabilì in Polonia verso il 1556 per incrementare la propria attività commerciale, fu comandante di una guarnigione militare a Vitebsk, dove visse per diciotto anni, e morì a Cracovia nel 1614. Presumibilmente fu anche al seguito del gesuita Antonio Possevino, nunzio apostolico in Svezia e poi in Polonia, Lituania, Moravia e Transilvania, perché un suo scritto compare nel libro di Possevino La Moscovia uscito a Vilna (Vilnius) nel 1586. Nel 1578 scrisse, in latino, il Sartmatiae Europeae descriptio (a lato il frontespizio di un’edizione del 1581), opera più narrativa che storica, perciò inserita nella ristampa dell’opera di Giovan Battista Ramusio. Divisa in europea e asiatica, la Sarmazia si estendeva dal Mar Caspio a est, alla Vistola a ovest fino a lambire nell’estremo sud il Danubio o, secondo alcuni, le attuali terre afghane, ed era prevalentemente abitata da tribù nomadi ma estremamente civilizzate.

 

 

 

 

 

webmasterwww.larici.it - info@larici.it