FRAMMENTI > I.B.L., Il dizionario dello scolaro


OBBEDIENZA – La prima virtù, il primo dovere, di un bravo figliolo, di un bravo scolaro: la stessa che lo preparerà buon cittadino, che lo farà uomo. Perché nessuno saprà mai comandare se non avrà prima imparato ad obbedire.

ONICOFAGIA – Non è il nome di un animale antidiluviano: è semplicemente il brutto vezzo di... mangiarsi le unghie. Per correggere i bimbi più piccini di questo difetto che oltre a essere antiestetico è pure pericoloso, perché le unghie e le dita sono veicolo di tutte le infezioni, si bagnano loro i ditini con amarissimo aloe. I grandicelli invece possono guarirne premendo il bottoncino.... della volontà e dicendo a se stessi, con fiero cipiglio: “Le unghie non sono un genere commestibile e non voglio mangiarle: preferisco la pizza, il risotto, la pastasciutta, le bistecche..:”

OPERAIO – Il nobile lavoratore del braccio. Se esercita un mestiere con onestà, con fierezza, la sua vita sarà luminosa e ardente. Quando si presenterà al trono di Dio (narra Renzo Pezzani) egli farà “vedere le sue mani dure di calli: hanno toccato tutta la vita terra, fuoco, metalli. Sono vuote d’ogni ricchezza, nere, stanche, pesanti. Allora il Signore dirà: ‘Che bellezza, così sono le mani dei santi!’”
Una massima da ricordare: “Servire gli altri è il miglior modo per salvare noi stessi.”

ORGOGLIO – L’orgoglio, come la superbia, la vanità, la presunzione sono difetti pesanti. Chi li possiede vanta continuamente se stesso. E così succede come per le spighe di grano: si alzano diritte quando sono vuote. Se son piene di chicchi si chinano, umili, a terra.

ORTOGRAFIA – È la retta maniera di scrivere le parole: ce l’insegnano la pratica, l’attenta lettura e l’uso del dizionario.

OZIOSO – È come un orologio senza lancette, inutile tanto se sta fermo come se cammina.


ABCDEFGHILMN – O – PQRSTUVZ

 

 

 

webmasterwww.larici.it - info@larici.it