FRAMMENTI > I.B.L., Il dizionario dello scolaro


UDITO – Uno dei cinque servitorelli messi a nostra disposizione dal Signore. Un tale si lagnava di aver avuto una vita tribolata: “Il Signore mi ha proprio dimenticato, mi ha mandato soltanto disgrazie...” Il saggio gli domandò: “Sei forse sordo, cieco, muto, non hai palato per gustare il sapore del pane, non hai odorato per sentire il profumo dei fiori? E quand’anche ti mancasse tutto questo non hai un cuore per sentire gratitudine e amore, una mente per pensare?”
Cinque sono i sensi di cui disponiamo: vista, tatto, udito, odorato, gusto: e il cervello tutti li comanda. (È morta recentemente più che ottantenne una grande scrittrice americana: Elena Keller. Una gravissima malattia sofferta a pochi mesi l’aveva resa muta, cieca, sorda. Non si era arresa, era riuscita con passione immensa, con tenacia eroica a laurearsi, a diventare una scrittrice. I suoi libri confortano tutti gli infelici del mondo, danno speranza e coraggio a chi non ne ha, sono un inno di lode al Signore. Ella soleva pregare così: “Signore, ti ringrazio per i due sensi che mi hai lasciato, cercherò di bene usarli...”)

UMILTÀ – L’uomo grande è modesto. Nessuno può vantarsi di valere un nano che, se s’arrampicasse sulle spalle di un gigante, vedrebbe più lontano dello stesso gigante. A un uomo che si vanta si potrebbe sussurrare in un orecchio l’osservazione di Victor Hugo, romanziere e poeta francese: “Il signor Zero, non volendo andar nudo, s’è vestito di vanità...”

UNIONE – In pace e in guerra la concordia riporta la vittoria. È, in altre parole, il proverbio vecchio come Noè: “L’unione fa la forza”.


ABCDEFGHILMNOPQRST – U – VZ

 

 

 

webmasterwww.larici.it - info@larici.it